Summer’s smell

Uscire dalla biblioteca dopo una giornata intensa e trovare la città inondata dall’oro del tramonto: visione sublime.
Spalanco il cuore alla bellezza e chiudo gli occhi.
Piego la testa all’indietro, riapro gli occhi e osservo il cielo aranciato. Respiro piano.

Lo sento, un fugacissimo attimo di felicità.
Un brivido e un sorriso, a fior di labbra.

Mi incammino, leggera, verso casa. Percorro vecchie strade che mi ricordano l’infanzia, e penso che – negli anni – le prospettive cambiano per davvero.
Cammino inebriata dal profumo dei tigli, che si diffonde delicato lungo le strade del centro.
L’aria tiepida mi accarezza – lieve – la pelle.
Quanto c’è da percepire. Cogliere. Sentire. Provare.
Una delle cose più belle di questa stagione è che si può volare nelle case di chi spalanca le finestre al mondo.
Tintinnìo di stoviglie, televisori sintonizzati sulle reti nazionali per carpire le ultime notizie della giornata.
Voci e rumori di routine quotidiane.

Inaspettata. Desiderata. Cercata.

QUANTA VITA.

Trovata ?!

“Sono sempre rimasta fedele alla mia meraviglia.”
                                                       (Alda Merini)

A presto,

Francesca

Annunci

4 pensieri su “Summer’s smell

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...