Eyes see Souls

Qualche sera fa un amico mi ha scritto

Riusciamo a vedere negli altri solo ciò che ci appartiene.

Che una frase così ti spiazza.
Soprattutto se sei una persona che vive col cuore sospeso.
Cuore rosso, pulsante, sognante.
Cuore-oceano, ed un perpetuo rincorrersi di correnti emozionali.

Ho preso del tempo per rifletterci.
Allora è questa l’ e m p a t i a?
Quella magia che si accende e scintilla nell’incontro tra  due anime?
E’ riconoscersi, specchiarsi e restituirsi la vita, l’un l’altra?
Come se, tutto d’un tratto, si riaccendesse la vista, e riuscissimo a vedere noi stessi, di nuovo.
A vederci, davvero.

Forse è avvertire quel senso, tanto speciale quanto rassicurante, di a p p a r t e n e n z a
perché “abbiamo lo stesso cuore”.
E’ scrutarsi e rimanere sorprendentemente incantanti nello scoprire che
guardo te e mi pare di r i t r o v a r e me”.
Che poi, alla fine, è quello che vorremmo tutti,
incontrare qualcuno che guardi il mondo con la s t e s s a  m e r a v i g l i a con la quale lo guardiamo noi.
Riuscire a leggersi dentro. Parole, galassie e stelle.
Camminare senza far rumore su pensieri, ricordi, macigni, gioie che custodiamo in scatole ben nascoste,
in fondo all’anima.
E non è più doloroso, non è più così provante.
Fa capolino una parvenza di ordine, arriva timido uno spiraglio di luce
che filtra attraverso quegli occhi.

Non pensavo che attraverso quello sguardo potessi vedere così l o n t a n o.

A presto,

Francesca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...