Being blue

2016-04-27 03.39.40 3.jpg

Ricordi inconsapevoli appesi al filo della memoria.
Un vento lieve li fa oscillare, producendo un rumore di vetro.
Cristalli ormai opachi, nei quali intravedere momenti passati.
Immagini in bianco e nero si mescolano a suoni ovattati.

Sulla tromba delle scale di un vecchio condominio c’è una figura seduta, sull’ultimo gradino.
La testa tra le mani, attende col cuore martellante nel petto. Un’altra figura entra, correndo, dal portone dirimpetto. Passi a ritmo di un giro di DO.
Occhi negli occhi e un abbraccio da perdere il fiato. Anime disperatamente aggrappate, nella vertigine.

Emozioni negate. Inesistenti e inconsistenti.
Oggetti metafisici che mi colmano l’anima.
Un’esplosione di bile nera.
Nero come l’inchiostro col quale cucio i confini di pensieri viscosi,
eppure evanescenti.
È la m e l a n c o l i a che mi scorre nelle vene.

 ❝ La MELANCONIA è la TRISTEZZA
che diventa LEGGERA. 
(Italo Calvino)

Francesca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...